• Home
  • Blog
  • Radioattività naturale e tumori: il problema del gas radon

Radioattività naturale e tumori: il problema del gas radon

La Biosafe vi offre analisi e consulenza in materia di gestione del livello di protezione da esposizione a radioattività proveniente da Radon.

A partire dal mese di novembre La Biosafe ha aggiunto al proprio portafoglio dei servizi offerti l'analisi e la consulenza per la misurazione della concentrazione media annua di Radon in ambiente confinato.

In Puglia la Legge Regionale n.30 del 3 novembre 2016 “Norme in materia di riduzione dalle esposizioni alla radioattività naturale derivante dal gas ‘radon’ in ambiente chiuso”, si pone come obiettivo l'incremento del livello di protezione e tutela della salute pubblica dai rischi derivanti dall’esposizione dei cittadini alle radiazioni da sorgenti naturali e all’attività dei radionuclidi di matrice ambientali.

In accordo con quanto definito nella Direttiva Europea 2013/59/EURATOM e del Piano Nazionale Radon (PNR), la Legge Regionale 3 Novembre 2016 n. 30 "Norme in materia di riduzione dalle esposizioni alla radioattività naturale derivante dal gas radon in ambiente con­finato" prescrive la misura di radon per tutti i luoghi accessibili al pubblico, indipendentemente dalla loro localizzazione, su tutto il territorio regionale. La misura è effettuata con strumentazione atta al rilevamento del gas radioattivo posizionata ad un’altezza compresa fra circa 1 e 3 metri, in un'area lontana dalle fonti di calore e di ricambio d'aria. La misura verrà determinata come valore medio di concentrazione su un periodo annuale suddiviso in due semestri primaverile-estivo e autunnale-invernale. Al termine delle attività di misura sarà nostra cura predisporre la comunicazione da trasmettere entro un mese dalla conclusione del rilevamento al comune interessato e ad ARPA Puglia. 

In caso di mancata trasmissione delle misurazioni entro diciotto mesi dalla data di entrata in vigore della legge regionale, il comune provvede a intimare con ordinanza la trasmissione delle misurazioni svolte, concedendo un termine non superiore a trenta giorni, la cui eventuale e infruttuosa scadenza comporta la sospensione per dettato di legge della certificazione di agibilità.

Vi informiamo che il termine ultimo per l'avvio delle misurazioni è ormai scaduto perchè previsto entro Febbraio 2017. 

Contattateci o venite a trovarci presso la nostra sede di Lavello (PZ) per chiederci ulteriori dettagli ed usufruire dei nostri servizi di consulenza.

Pin It