PIANO AUTOCONTROLLO PISCINE

Mediante i riferimenti legislativi riportati in G.U. 51 del 3 marzo 2003 e nelle linee guida per la prevenzione e controllo della #legionellosi edizione 2000, sono stati definiti i criteri igienico-sanitari per la costruzione, la manutenzione e la vigilanza delle #piscine e delle vasche ad uso natatorio.

Tutte i responsabili delle strutture natatorie devono predisporre un Piano di Autocontrollo destinato ad assicurare, mediante analisi e monitoraggio dei processi e dei punti critici, il costante rispetto delle condizioni di idoneità igienico ambientale, strutturale e gestionale volti a consentire gli eventuali interventi correttivi.

Oltre all'elaborazione del   Piano di Autocontrollo , possiamo fornire ulteriori servizi tra cui:

  • Analisi microbiologiche e chimiche dei parametri previsti dalla normativa per le acque di approvvigionamento, di immissione in vasca e in vasca;
  • Consulenza sul monitoraggio ambientale dei locali e attrezzature a servizio dell'attività natatoria (trampolini, spogliatoi, bagno turco, sauna e docce, ecc.)

LEGIONELLA, VALUTAZIONE RISCHIO E PIANO DI AUTOCONTROLLO

Ogni struttura turistico ricettiva, termale e sanitaria (centri di riabilitazione) ad uso collettivo ha, inoltre, l'obbligo di procedere alla “Valutazione del rischio legato alla prevenzione e controllo della Legionella” mediante:

  • L'implementazione di un Piano di valutazione e prevenzione del rischio #legionella dimensionato sulla struttura;
  • Monitoraggio della Legionella mediante analisi delle acque, aerosol, scambiatori di calore, filtri e biofilm.
Pin It